©  2017 – Istituto Comprensivo Lucia Schiavinato, Via Repubblica, 74, San Donà di Piave – Venezia 30027   cod. mec. VEIC82800G
Tel. 0421.220855 – Fax 0421.221155   e-mail: veic82800g@istruzione.it   PEC: veic82800g@pec.istruzione.it
Ultima modifica: 22 ottobre 2016

Visite guidate e viaggi d’istruzione – Regolamento

REGOLAMENTO

Approvato dal Collegio dei Docenti in data
Approvato dal Consiglio di Istituto in data

VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE

Le Uscite didattiche, le Visite guidate e i Viaggi di istruzione costituiscono un arricchimento dell’attività scolastica e rispondono alle finalità formative e culturali esplicitate nel P.O.F. Costituiscono occasioni di stimolo per lo sviluppo e la formazione della personalità degli alunni fornendo loro conoscenze specifiche del mondo del lavoro, anche ai fini dell’orientamento.

Sono esperienze di apprendimento e di maturazione della personalità che rientrano generalmente in progetti più ampi di tipo disciplinare ed interdisciplinare quali: Ed. alla Salute, Ed. Ambientale, Ed. alla Legalità.

L’esperienza del viaggio consente agli alunni di conoscere il territorio nei vari aspetti: culturali, sociali, ambientali, storici, artistici.

Consente, inoltre, di condividere, in una prospettiva più ampia, le norme che regolano la vita sociale e di relazione.

Considerata la valenza didattica delle Uscite didattiche, delle Visite guidate e dei Viaggi di istruzione, si possono effettuare Viaggi d’Istruzioni soltanto ove sia assicurata la partecipazione dei 2/3 dei componenti della Classe, anche se considerati gli obiettivi didattico-formativi del Viaggio stesso, è auspicabile la partecipazione totale degli allievi.

OBIETTIVI CULTURALI

  • Acquisizione di nuove conoscenze.
  • Consolidamento delle conoscenze acquisite attraverso l’esperienza diretta.
  • Sviluppo della capacità di “leggere” l’ambiente circostante, nei suoi aspetti naturali, culturali, storici.
  • Conoscenza di luoghi ed ambienti culturali e professionali nuovi e diversi.

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Potenziare le capacità di osservazione.
  • Acquisire un comportamento civilmente corretto ed adeguato.
  • Sviluppare la capacità di stare con gli altri rispettandoli e socializzando le esperienze.
  • Acquisire maggiori spazi di autonomia personale al di fuori dell’ambiente vissuto.
  • Saper leggere il patrimonio culturale e artistico.
  • Sviluppare il senso di responsabilità nei confronti del gruppo e delle regole.

 

MODALITA’ DI EFFETTUAZIONE

I docenti dei Consigli di Classe, Interclasse e Intersezione, nel rispetto delle indicazione del P.O.F. e del Curricolo di studio, propongono, all’inizio dell’anno scolastico le Uscite didattiche, le Visite guidate e i Viaggi di istruzione che intendono effettuare. Tale piano viene sottoposto all’attenzione dei genitori, che lo discutono e lo valutano.
Il consiglio di classe emette, infine, formale delibera, che passerà, successivamente, al vaglio del Collegio dei docenti e del Consiglio d’ Istituto.
La Referente ai Viaggi di Istruzione provvede a coordinare tali proposte.
La Referente ai Viaggi di Istruzione provvede ad attuare tutte le procedure organizzative e di sicurezza, attraverso:

L’acquisizione delle informazione inerenti ai luoghi da visitare e il preventivo spese
Il programma analitico di viaggio
La compilazione degli elenchi degli alunni partecipanti
La compilazione dell’assunzione di responsabilità degli accompagnatori
La compilazione delle autorizzazioni da parte dei genitori
L’attuazione della procedura per indire eventuali gare d’appalto
L’acquisizione della documentazione da parte dell’agenzia turistica
La raccolta delle quote di partecipazione

Le uscite didattiche sul territorio saranno effettuate in orario scolastico con i mezzi di trasporto forniti dall’ente locale o a pagamento, a carico degli alunni.
Per i viaggi di Istruzione, della durata di più giorni, e le visite guidate, della durata di un giorno, il pagamento è previsto a carico delle famiglie.
Il pagamento delle quote di partecipazione deve essere corrisposto da ogni partecipante all’atto dell’adesione scritta al viaggio, tramite versamento su c.c. bancario; in nessun caso si possono accettare denaro contante o assegni di conto corrente.
È assolutamente necessario che il docente accompagnatore venga individuato nell’ambito dei Componenti del consiglio di Classe degli alunni partecipanti, così come un eventuale sostituto, che deve venire nominato nell’ambito delle classe o corso, in mancanza ciò può compromettere la partecipazione al Viaggio della classe.
Ogni 15 alunni è necessario un accompagnatore; per le classi poco numerose, quindi con numero inferiore a quindi quindici, si procederà ad accorpamento con altra Classe ove sia presente almeno un Docente in comune. Gli studenti disabili devono essere accompagnati da un assistente (la cui quota partecipativa al viaggio-visita è interamente a carico della famiglia dell’alunno), dall’insegnante di sostegno o da altro Docente della Classe.
Per gli itinerari che prevedano pullman come mezzo di trasporto è necessaria l’adesione di almeno 36/50 partecipanti (o multipli di 36/50) per evitare che la quota di partecipazione diventi troppo onerosa.
È opportuno che ad ogni viaggio partecipino studenti compresi nella stessa fascia d’età, sussistendo tra coetanei esigenze ed interessi per lo più comuni.

  1. Le famiglie saranno tempestivamente informate delle modalità di effettuazione del Viaggio, del suo programma e delle attività previste prima i rilasciare l’autorizzazione.
  2. La delibera d’individuazione delle agenzie fornitrici è, previa licitazione, compito del Consiglio d’Istituto.
  3. Non è consentito la partecipazione di estranei ai Viaggi o alle visite guidate.
  4. Non sono consentiti viaggi nell’ultimo mese di lezione.
  5. Per le uscite rientranti in un giorno il C.d.C. dovrà approvare destinazione e tempi con indicazione delle motivazioni didattiche e il docente coordinatore presenterà richiesta scritta al DS almeno 10 gg prima, termine perentorio che se non rispettato comporterà la non autorizzazione, al fine di permettere una idonea organizzazione degli stessi. In tutti i casi le classi e/o alunni con provvedimenti disciplinari con sospensione non potranno partecipare alle visite e gite di istruzione.
  6. Il DS conferma che i docenti responsabili e accompagnatori di ogni viaggio dovranno seguire le procedure elencate nella circolare n.7528/C37, vista la normativa vigente in materia, le osservazioni del Miur.

Prima dell’uscita, agli alunni vengono forniti gli strumenti e le conoscenze necessari per partecipare attivamente all’attività extrascolastica: viene, quindi, predisposto il materiale didattico che permette di preparare il lavoro da fare “sul campo” e fornisce le informazioni relative alla visita. Durante l’uscita gli alunni raccolgono informazioni e materiale sulla base d’istruzioni precedentemente ricevute. Dopo l’uscita viene rielaborato il materiale raccolto e vengono predisposti strumenti per l’illustrazione dell’attività svolta (filmati, materiale fotografico,cartelloni).

I lavori realizzati servono anche come verifica del raggiungimento degli obiettivi programmati.

 

Allegati




Indietro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.


Cookie policy

Chiudi