©  2017 – Istituto Comprensivo Lucia Schiavinato, Via Repubblica, 74, San Donà di Piave – Venezia 30027   cod. mec. VEIC82800G
Tel. 0421.220855 – Fax 0421.221155   e-mail: veic82800g@istruzione.it   PEC: veic82800g@pec.istruzione.it
Ultima modifica: 17 ottobre 2017

Patto educativo di corresponsabilità

Visto il D.M. n. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”.

Visto il D.M. n. 16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione del bullismo”.

Visto il D.M. n. 30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”.

Visto l’art. 3 del DPR 235/2007;

 

Preso atto che:

La formazione e l’educazione sono processi complessi e continui che richiedono la cooperazione, oltre che dell’alunno, della scuola, della famiglia e dell’intera comunità scolastica;
La scuola non è soltanto il luogo in cui si realizza l’apprendimento ma una comunità organizzata dotata di risorse umane, materiali e immateriali, tempi, organismi ecc. che necessitano di interventi complessi di gestione, ottimizzazione, conservazione, partecipazione e rispetto dei regolamenti;
Il rapporto scuola – alunno – famiglia costituisce il fondamento che sostiene l’impegno formativo ed educativo.
si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente patto educativo di corresponsabilità

 

LISTITUZIONE SCOLASTICA SI IMPEGNA A

  • verificare che sia rispettato il Regolamento di Istituto;
  • favorire l’attuazione del Piano dell’Offerta Formativa Triennale (PTOF), ponendo alunni, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il proprio ruolo;
  • stimolare riflessioni e attivare percorsi volti al benessere di tutti coloro che vivono e operano nella scuola;
  • attivarsi per cercare soluzioni alle eventuali problematiche che possono insorgere;
  • contribuire a contrastare ogni forma di pregiudizio e di emarginazione;
  • favorire la piena integrazione di ogni singolo alunno ed in particolare degli alunni diversamente abili;
  • verificare il rispetto degli impegni da parte dei singoli docenti

I GENITORI SI IMPEGNANO A:

  1. Condividere gli obiettivi educativi e a collaborare con gli insegnanti per il loro raggiungimento;
  2. educare i propri figli ad assumere atteggiamenti di rispetto, di collaborazione, di solidarietà nei confronti di tutti;
  3. comunicare ai docenti eventuali problematiche che potrebbero derivare da situazioni di disagio familiare e/o scolastico;
  4. intervenire, in modo responsabile, rispetto ad eventuali danni provocati dal figlio a carico di persone, arredi, materiale didattico, anche con il recupero e il risarcimento del danno
  5. rispettare l’orario di ingresso, limitando al minimo indispensabile le assenze, le uscite o le entrate fuori orario;
  6. evitare all’ingresso e all’uscita di intasare il traffico con le proprie auto avendo cura di parcheggiare negli appositi spazi cittadini ;
  7. giustificare sempre eventuali assenze o ritardi per garantire la regolarità della frequenza scolastica
  8. prendere periodicamente contatto con gli insegnanti e    collaborare con gli insegnanti per l’attuazione di eventuali strategie di recupero e approfondimento;
  9. aiutare il figlio ad organizzare gli impegni di studio e le attività extrascolastiche in modo adeguato e proporzionato;
  10. controllare che il proprio figlio abbia eseguito con cura i compiti assegnati dopo aver consultato il diario
  11. controllare regolarmente il contenuto degli zaini in modo che sia presente tutto il corredo scolastico e che non vengano portati a scuola oggetti estranei alle attività educative.
  12. non recarsi a scuola durante le ore di lezione per far recapitare ai propri figli merende e/o materiale scolastico, per evitare che il personale addetto lasci incustodito l’ingresso e per evitare che si interrompano le attività educative;
  13. chiedere con anticipo un colloquio personale con le docenti di classe, che potrà avvenire solo previo appuntamento con il docente e in orari a ciò dedicati , oppure, in caso di urgenza, all’uscita da scuola delle classi;
  14. uscita: mantenere l’ordine aspettando i propri figli nei punti di raccolta previsti, senza affollarsi dinanzi alle porte, per la sicurezza di tutti i bambini.
  15. in caso di DELEGA: recarsi presso la segreteria della scuola con la fotocopia dei documenti di identità e compilare l’apposito modulo. Le deleghe potranno essere fatte solo per un altro adulto. Non sarà consentito a minori o a persone non delegate prelevare gli alunni da scuola. Inoltre non sarà consentito che un alunno/a torni a casa da solo, poiché minore.
  16. tenersi informati sull’offerta formativa e didattica nel suo intero percorso (motivazioni, attività, verifiche, criteri di valutazione, risultati);
  17. ricercare sempre il dialogo fattivo con i docenti per  poter affrontare congiuntamente ,   in sinergia, eventuali problematiche;
  18. seguire costantemente ed al contempo valorizzare il lavoro del proprio figlio,  evidenziando l’importanza educativo-formativa della scuola;
  19. partecipare alle assemblee di classe e ai colloqui con il team docente;
  20. conoscere e rispettare il regolamento d’istituto;
  21. collaborare e sostenere le diverse iniziative scolastiche esprimendo pareri e proposte
  22. controllare periodicamente il sito scolastico e il registro elettronico
  23. prendere visione dei regolamenti in uso nell’Istituto e rispettarli
  24. controlare che i figli non portino a scuola il cellulare a scuola, in caso di necessità ricordare che in classe dovrà essere tenuto spento e consegnato al docente della prima ora.

I DOCENTI SI IMPEGNANO A:

  1. Collaborare con la famiglia all’azione educativa ;
  2. far conoscere ai genitori la propria offerta formativa;
  3. fornire informazioni in merito alle metodologie didattiche, agli strumenti di verifica, ai criteri di valutazione;
  4. avere un dialogo costruttivo con i genitori, rendendo , così agevole il confronto scuola- famiglia;
  5. considerare attentamente i problemi che i genitori sottopongono
  6. ascoltare gli alunni ricercando il dialogo, specialmente dove si riscontrano difficoltà relazionali;
  7. prestare attenzione agli aspetti di comunicazione anche non verbale; ;
  8. creare un’atmosfera serena, rassicurando sempre l’alunno;
  9. bandire ogni forma di discriminazione;
  10. valorizzare il positivo presente in ogni alunno ;
  11. gratificare l’alunno, apprezzando ogni singolo compito ben realizzato e ogni progresso rispetto al passato;
  12. rispettare l’individualità di ciascun alunno nel rispetto di tempi e modalità di apprendimento di ciascuno;
  13. aiutare gli alunni a prendere consapevolezza degli obiettivi prefissati e dei percorsi operativi che verranno attuati per raggiungerli;
  14. utilizzare l’errore come momento di riflessione-rinforzo-apprendimento;
  15. insegnare un metodo di studio affinché gli alunni possano imparare a studiare e a lavorare autonomamente, in modo sistematico ed organico;
  16. educare al rispetto delle diverse identità individuali, in particolare di quelle etniche, linguistiche, culturali, religiose e psicofisiche.

GLI ALUNNI SI IMPEGNANO A:

  1. rispettare gli orari delle lezioni;
  2. portare il materiale occorrente evitando il superfluo;
  3. far firmare puntualmente comunicazioni e valutazioni;
  4. eseguire regolarmente i compiti assegnati;
  5. studiare con costanza;
  6. partecipare al lavoro in classe ascoltando, segnalando dubbi o difficoltà, chiedendo spiegazioni e aiuto;
  7. partecipare in modo attivo alle diverse proposte scolastiche;
  8. collaborare con gli altri contribuendo a creare un clima di solidarietà;
  9. osservare le regole di convivenza, rispettando i compagni, gli adulti, le proprie cose e quelle altrui e l’ambiente circostante, non recando alcun danno al patrimonio scolastico;
  10. rispettare le regole individuate all’interno della classe e della scuola;
  11. conoscere e rispettare i regolamenti dell’istituto;
  12. mantenere un comportamento adeguato all’ambiente educativo scolastico sia nel linguaggio che nell’ abbigliamento;
  13. indossare un abbigliamento adeguato all’ambiente e curare l’igiene;
  14. non portare il cellulare a scuola o in caso contrario lo stesso dovrà essere tenuto spento e consegnato al docente della prima ora;
  15. a non fare foto o riprese all’interno della scuola e nelle sue pertinenze, senza il consenso scritto della/e persona/e.

“Sognavo di poter un giorno fondare una scuola in cui si potesse apprendere senza annoiarsi, e si fosse stimolati a porre dei problemi e a discuterli; una scuola in cui non si dovessero sentire risposte non sollecitate a domande non poste; in cui non si dovesse studiare solo al fine di superare gli esami.”

K. Popper

Allegati




Indietro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.


Cookie policy

Chiudi