©  2017 – Istituto Comprensivo Lucia Schiavinato, Via Repubblica, 74, San Donà di Piave – Venezia 30027   cod. mec. VEIC82800G
Tel. 0421.220855 – Fax 0421.221155   e-mail: veic82800g@istruzione.it   PEC: veic82800g@pec.istruzione.it
Ultima modifica: 3 agosto 2016

Perché la tua scuola è intitolata a Lucia Schiavinato?

Lucia Schiavinato

Chi era Lucia Schiavinato? Proviamo a conoscerla meglio.
Lucia Schiavinato nasce a Musile di Piave il 31 ottobre del 1900.
Nel 1907 si trasferisce a San Donà di Piave.
Da subito Lucia sente nel suo cuore il desiderio di aiutare gli “ultimi”, le persone sole, abbandonate, deboli.
Presto inizia a realizzare i suoi propositi: il 23 dicembre del 1935 nasce il primo Piccolo Rifugio, in centro a San Donà di Piave. Pochi anni dopo il Piccolo Rifugio si trasferisce in una villetta in via Dante, dove ha sede ancora oggi, vicino alla stazione Atvo.
Dopo quello di San Donà di Piave, Lucia fonda altri Piccoli Rifugi in tutta Italia: a Roma nel 1955, a Ferentino (Fr) e a Vittorio Veneto (Tv) nel 1957, a Verona nel 1960 e a Trieste nel 1962.
Il settimo Piccolo Rifugio viene aperto a Ponte della Priula (Tv) nel 2008.
Questi Rifugi diventano la casa e la famiglia per uomini e donne adulti con disabilità. Nel 1954 dodici donne, che condividevano gli ideali di Lucia, si consacrano a Dio, promettendo di dedicare tutta la loro vita alla preghiera e all’aiuto al prossimo: sono le Volontarie della Carità. A queste se ne aggiungeranno altre in Italia e in Brasile.
Bisogna vivere “con tutto il mondo nel cuore”, diceva Lucia. Per questo non si ferma ai Piccoli Rifugi e all’accoglienza delle persone più fragili; infatti dal 1957, a Campocroce di Mogliano Veneto (Tv), Cappelletta di Noale (Ve), Bologna e Rimini vengono aperte le “Ville Madonna della Neve”, in cui ospitare e aiutare al reinserimento sociale ex prostitute. Lucia sa che anche la politica può essere una forma di carità. Per questo dal 1946 al 1951 è consigliere comunale a San Donà di Piave e nel 1956 consigliere alla Provincia di Venezia.
Il 31 marzo 1964 parte per il Brasile con le Volontarie. Negli anni si dedica alle persone più bisognose: i poveri che vivono nelle malridotte palafi tte, i lebbrosi, gli indios dell’Amazzonia e altri ancora. Nel 1976 Lucia è costretta a rientrare per una grave malattia. Muore a Verona il 17 novembre di quell’anno. È sepolta nel cimitero di San Donà di Piave. Dal 1999 è in corso la causa di beatifi cazione e canonizzazione.
Oggi Lucia ha il titolo di “Serva di Dio”.

La casa di Lucia
La casa in cui Lucia è cresciuta, in via Dante a San Donà di Piave, oggi parte del Piccolo Rifugio, è un centro di spiritualità e di memoria. Puoi venire a visitarla! Vi troverai testimonianze della vita di Lucia: il pianoforte che suonava, la cameretta in cui passò tante notti in preghiera, pannelli espositivi, video e foto che raccontano la sua vita.

 

 

 

Il Piccolo Rifugio di San Donà di Piave
Il Piccolo Rifugio di San Donà di Piave cerca giorno dopo giorno di portare avanti quello che Lucia ha fatto e ha insegnato. Circa venti persone con disabilità vivono nella casa di via Dante. È a loro che si dedicano le Volontarie della Carità, chi lavora prestando servizio quotidiano e chi vi giunge liberamente donando tempo, esperienza, amore. Per tutti il Piccolo Rifugio è accogliente come una famiglia. Le porte sono sempre aperte e gli ospiti ricevono con gioia le visite di bambini, ragazzi, adulti e anziani.

 

La vita di Lucia in una tela
Proprio a Lucia Schiavinato è dedicata una grande tela, posta nell’androne della tua scuola e realizzata dal pittore Roberto Joos. Se la osservi con attenzione, vedrai che è una sintesi della vita di Lucia: a destra le Volontarie della Carità, al centro un bambino brasiliano e Lucia, a sinistra il Piccolo Rifugio con la cappella.

 

Progetto Lucia Schiavinato
Dal 2009 la tua scuola ha avviato il “Progetto Lucia Schiavinato” per riscoprire chi è Lucia e che cos’è il Piccolo Rifugio.
Ogni anno le Volontarie della Carità vengono a scuola per raccontare la sua vita. Alcune classi approfondiscono aspetti del suo percorso umano e spirituale, altre vanno in visita agli ospiti della struttura. Che cosa ha spinto Lucia a dedicare tutta la vita agli altri?
La risposta è semplice: un grande amore per il Signore, presente nell’Eucarestia, coltivato in ore e notti di preghiera.

 

 

 

Per conoscerci meglio
La vita quotidiana del Piccolo Rifugio è su www. piccolorifugio.org e sul giornale “Amore Vince”. Potete trovarci a ufficiostampa@piccolorifugio.it, allo 042152583 o alla pagina Facebook “Piccolo Rifugio”.




Indietro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.


Cookie policy

Chiudi